BENVENUTI NEL SITO DI LIFE- RELS

Catena innovativa per il recupero di energia dai rifiuti nei parchi naturali.

La realizzazione di un sistema integrato di gestione dei rifiuti (raccolta, riutilizzo, riciclaggio e smaltimento) è una tematica importante per la qualità ambientale e la pulizia degli ambienti urbani ed è una priorità della Comunità europea. Il progetto RELS mira a realizzare un sistema di gestione dei rifiuti innovativo ed integrato con un recupero energetico all'interno di parchi naturali. Il progetto, iniziato a gennaio 2010 e dalla durata prevista di 42 mesi, è terminato il 30 giugno 2013.

Per accedere al Final report , clicca qui

     

    A partire da gennaio 2014 è possibile scaricare gratuitamente il dowload del libro: Gestire i rifiuti nei parchi nazionali' in formato e-book sul sito di
    Edizioni Ambiente www.edizioniambiente.it

    PARCHI PIU' NATURALI
    Intervista a Pinuccia Montanari da Edizioniambiente

    Per definizione, i parchi sono luoghi in cui la natura viene protetta e valorizzata. Eppure, negli anni si è prestata poca attenzione alla questione dei rifiuti prodotti al loro interno. Il progetto LIFE+ RELS è un tentativo concreto di rimediare a questa situazione, e introduce anche modalità innovative per il recupero dei rifiuti stessi. Abbiamo chiesto a Pinuccia Montanari, dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, di illustrare i contenuti del progetto.

    Che cosa è il Progetto Life+ RELS? Quali sono i suoi settori di applicazione?

    Obiettivo del progetto LIFE+ RELS (Innovative chain for energy REcovery from waste in naturaL parkS) è contribuire in maniera innovativa ed efficace allo sviluppo delle priorità dell’Unione europea nel campo della gestione ecocompatibile del sistema integrato di gestione dei rifiuti, privilegiando riduzione, riuso e riciclo dei rifiuti e recupero energetico sostenibile nei parchi naturali. L’attività del progetto RELS, grazie ai ricercatori del Dismi (Dipartimento di Scienze e Metodi dell’Ingegneria dell’Università di Modena e Reggio Emilia), si è concentrata sull’aspetto scientifico-tecnologico del riciclo dei rifiuti con la progettazione di due architetture per il ciclo integrato di gestione rifiuti nei parchi naturali (Parco della Sila e Parco delle Foreste Casentinesi) e con lo sviluppo di uno strumento (Biomass management tool®) per la stima di figure di merito energetiche, ambientali ed economiche ottenute attraverso la combinazione di impianti per il trattamento dei rifiuti al variare delle loro tipologie e quantità. I partner del progetto, oltre all’Università di Modena e Reggio Emilia (capofila), sono: Comune di Reggio Emilia, Provincia di Forlì-Cesena (parco delle Foreste Casentinesi) e Provincia di Cosenza (Parco della Sila).

    “La scelta dei parchi naturali – spiega Alberto Bellini, project manager del progetto LIFE+ RELS – non è stata casuale, ma una necessità perché questi parchi hanno un’elevata visibilità tra il pubblico. A questo si aggiunge l’approfondimento scientifico” che offre utili indicazioni agli amministratori sulle scelte da intraprendere. Il progetto mostra concretamente come l’uso combinato delle tecnologie di recupero rifiuti consenta di aumentare lo sfruttamento del potenziale energetico di alcune frazioni di rifiuti raccolte in forma differenziata dal 25 al 50% e ridurre in maniera significativa l’emissione di anidride carbonica.

    Potrebbe riassumere i risultati dell’applicazione del Progetto RELS?

    Il progetto ha portato due risultati principali:

    1. Realizzazione di un modello numerico per la simulazione del ciclo integrato per la raccolta dei rifiuti e il recupero energetico nei parchi naturali. Tale strumento, realizzato da ricercatori del Dipartimento di Scienze e Metodi dell’Ingegneria dell’Università di Modena e Reggio consente di confrontare diversi scenari, verificando i parametri economici e ambientali al variare degli impianti utilizzati e delle loro combinazioni attraverso analisi di tipo LCA (Life Cycle Assessment). Nell’ambito del progetto sono stati realizzati prototipi innovativi, che consentono di valorizzare i sottoprodotti dell’attività zootecnica e forestale. Un prototipo è stato realizzato e collocato presso il Museo Idro di Ridracoli.

    2. Educazione ambientale. Le attività di ricerca sono state divulgate attraverso diversi strumenti: corso on-line in modalità e-learning, corsi di giornalismo ambientale, comunicati stampa, conferenze stampa, incontri pubblici e seminari.

    I risultati del progetto RELS dimostrano inequivocabilmente come l’uso combinato delle migliori tecnologie di recupero rifiuti consenta di aumentare lo sfruttamento del potenziale energetico con minore impatto ambientale rispetto all’incenerimento. Inoltre, dimostrano che il recupero di materia è sempre preferibile al recupero di materia, e che all’aumentare della raccolta differenziata si riducono gli impatti ambientali e sulla salute degli impianti di trattamento rifiuti.

    Uno dei punti nodali del Progetto RELS è l’educazione ambientale: quali forme ha assunto?

    Il progetto RELS ha realizzato, grazie al Progetto Sostenibilità ambientale di Unimore, iniziative educative e informative come il corso e-learning che ha avuto più di mille partecipanti e il corso di giornalismo ambientale.

    Il corso e-learning, rivolto a esperti, amministratori pubblici e decisori politici ha messo a disposizione strumenti che consentono di affrontare il ciclo integrato di gestione sostenibile dei rifiuti, attraverso video-lezioni e materiale di apprendimento. Il ciclo suddiviso in moduli e unità didattiche sulla piattaforma www.eco-ambiente.unimore.it (ancora attiva) consente di ottimizzare la formazione, permettendo agli utenti di connettersi nei tempi e nei modi più consoni alle loro esigenze. Il corso e-learning, è strutturato in modalità libera o con attestato finale dell’Ateneo, con auto-registrazione. Grazie ai test di valutazione dei singoli moduli per la verifica delle conoscenze acquisite, rende possibile il rilascio dell’attestato finale. La piattaforma utilizzata è Moodle, una piattaforma tecnologica LMS (Learning Management System), internazionale, che rispetta i requisiti normativi e procedurali dell’e-learning, garantendo interattività, dinamicità e modularità dei contenuti formativi.

    Inoltre, nell’ambito delle attività di formazione ed educazione ambientale, è stato realizzato un interessante piano di comunicazione scientifica.

    Nell’ambito del Progetto RELS si dà grande importanza al recupero di materia in luogo del recupero di energia. Può illustrarci qualche esempio?

    Il recupero energetico è da considerare un intervento residuale, poiché il recupero di materia si traduce in un doppio vantaggio:

    — riduzione dell’impronta ecologica per la produzione di manufatti, realizzati con materie prime seconde, e quindi limitando il consumo di materie prime;

    — risparmio energetico. Infatti, il costo energetico per la produzione di un manufatto è largamente superiore alla quantità di energia recuperata dal materiale di cui è composto.

    Tale vantaggio è ancora maggiore se si realizzano distretti di recupero che trasformano i materiali post-consumo in prossimità ai luoghi di conferimento. Infatti, la strategia europea 2020 propone un “doppio disaccoppiamento” tra l’uso delle risorse e la crescita economica, da un lato, e tra l’utilizzo dalle risorse e gli impatti ambientali, dall’altro.

    Aumentare la raccolta differenziata consente quindi di realizzare l’uso razionale delle risorse, aumentando la percentuali di rifiuti recuperati in termini di materia.

    I risultati del progetto dimostrano che l’aumento della raccolta differenziata nei comuni dei parchi si tradurrebbe in un aumento di recupero di materia e in una riduzione di impatti ambientali e sulla salute.

      Il Progetto RELS termina il 30 giugno 2013. UNIMORE, capofila del progetto, ringrazia tutti i partner (Comune di RE, Provincia di CS e Provincia di FC) per la preziosa collaborazione e ricorda gli ultimi appuntamenti:

    • 14 e 15 giugno 2013

      EVENTO FINALE ORGANIZZATO DALLA PROVINCIA DI FC PRESSO IL PARCO DELLE FORESTE CASENTINESI , per il programma clicca qui

    • 21 giugno 2013

      CONFERENZA FINALE ORGANIZZATA DA UNIMORE E COMUNE DI RE A REGGIO EMILIA , per il programma clicca qui

    • dal 24 giugno al 28 giugno 2013

      CONVEGNO FINALE ORGANIZZATO DALLA PROVINCIA DI CS , programma in definizione

    •  

    • 21 novembre 2012

      GIORNATA DI STUDI: VERSO LA SOSTENIBILITA' DELLA PRATICA E GESTIONE DEI RIFIUTI

      AULA MAGNA PIETRO MANODORI EX CASERMA ZUCCHI Viale Allegri 9, Reggio Emilia - 21 novembre 2012 (9.45-13.30, 14.30-17.00). La Provincia di Reggio Emilia, in collaborazione con il progetto LIFE _RELS  -Innovative Chain for Energy Recovery from Waste in National Parks, organizza una giornata di studi sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, in una prospettiva che legga i cambiamenti in atto quali espressione di un cambio di paradigma culturale. In particolare, grazie al progetto Rels e all'analisi delle buone pratiche in Italia di gestione dei rifiuti, elaborata come azione Rels del Comune di Reggio Emilia, sarà possibile analizzare diversi aspetti della tematica waste, sotto il profilo scientifico-contenutistico (rapporto materie prime, prevenzione e riduzione della produzione di rifiuti, zaino ecologico, impronta ecologica, gestione integrata con soluzioni impiantistiche sostenibili) metodologico, con testimonianze di settori fondamentali nella gestione dei rifiuti (esperti, Conai), didattico (Torino, didattica della scienza in Unimore), di formazione a distanza (Unimore), con grande attenzione all'ascolto di esperienze pilota (Torino, Museo A come Ambiente, Genova, Palazzo verde, Capannori).

      Per saperne di più

  • 28 Settembre 2012

    IL PROGETTO RELS PARTECIPA A RAVENNA 2012 - Fare i conti con l'ambiente

    Il progetto comunitario LIFE-RELS, in collaborazione con IRISsistema, venerdì 28 settembre al pomeriggio, organizza un Workshop dedicato ai contenuti e alla procedura di attivazione del Programma Nazionale di Prevenzione Rifiuti.
    Per saperne di più

  • 17 Luglio 2012

    L'Università, associazioni specialistiche, Enti locali: esperienze e prospettive di interventi nel settore dei 'rifiuti'

    Martedì 17 luglio, dalle ore 10.30 sino alle ore 17.00, presso la Mediateca della Biblioteca Universitaria di Reggio Emilia (Ex Caserma Zucchi, viale Allegri, 9, RE) si è tenuto un workshop dedicato alle esperienze pilota nel settore dei rifiuti, realizzate in collaborazione con le amministrazioni locali e anche nell'ambito di progetti comunitari. Saranno presenti il sindaco di Reggio Emilia, Graziano Delrio, e il coordinatore del Progetto RELS, Alberto Bellini. L'iniziativa è in collaborazione con Irisistema

    Per saperne di più

 

 

  • 6 Giugno 2012

    Le politiche sui rifiuti e i progetti europei. L'esperienza del progetto LIFE-RELS

    Il 6 giugno 2012 si è svolto presso l'aula magna P. Manodori (viale Allegri, RE) dell'Università di Modena e Reggio Emilia il Midterm meeting del progetto RELS, alla presenza del Magnifico Rettore, prof. A. Tomasi.

Per saperne di più...

 

 

  • L’evento rientra nelle iniziative per celebrare il ventesimo Anniversario del Programma europeo Life all'indirizzo: http://life20.eu/?form=4&id=349

     

     

  • 9 Giugno 2011

    Corso di Giornalismo Ambientale

    La Biblioteca Universitaria di Reggio Emilia, in collaborazione con Editoriale Blue, organizza un corso di giornalismo ambientale. A partire dal 9 giugno il corso si svolgerà tutti i giovedi e venerdì presso la Mediateca (ex Caserma Zucchi, viale Allegri 9, Reggio Emilia): sono previste lezioni frontali e laboratori con esperti e giornalisti del settore per un totale di 40 ore. Per partecipare occorre inviare curriculum, lettera motivazionale e articolo giornalistico entro e non oltre il 1 giugno all’indirizzo corsogiornalismoambientale@gmail.com. Saranno selezionati 20 partecipanti. Per ulteriori informazioni (modalità di iscrizione, calendario lezioni, docenti) consultare il sito www.giornalismoambientale.com.

      • dal 1 febbraio 2011

        Corso online "Ciclo Integrato di Gestione dei Rifiuti"

        Dal 1 febbraio 2010 si può accedere al CORSO DI FORMAZIONE ONLINE CICLO INTEGRATO DI GESTIONE DEI RIFIUTI organizzato dalla Biblioteca Universitaria di Reggio Emilia. Tutte le info al seguente link http://www.eco-ambiente.unimore.it/